Profilo biografico di p. Antonio Piccardo

Accogliendo l’eredità del Priore Giuseppe Frassinetti nella cura e direzione della Pia Casa dei Figli di Santa Maria Immacolata per l’avviamento dei giovinetti poveri allo stato ecclesiastico, Padre Antonio Piccardo fu lo strumento destinato dalla Provvidenza Divina per lo sviluppo del carisma fondazionale del Frassinetti e il riconoscimento giuridico-canonico di esso.

Antonio Piccardo nacque a Voltri il 14 dicembre 1844 da Pasquale Piccardo e Maria Vacava. Frequentò la scuola elementare di Voltri e gli studi ginnasiali e liceali al Collegio Nazionale di Genova. Studente diligente, Piccardo era un ragazzo molto legato ai suoi coetanei e alla sua scuola. Studiò Diritto Canonico presso l’Università di Genova mentre frequentava il corso teologico nel Seminario Arcivescovile di Genova. Il 6 giugno 1868, egli fu ordinato sacerdote dall’arcivescovo Mons. Andrea Charvaz, e nel luglio dello stesso anno, assunse la Direzione della Pia Opera dei Figli di Santa Maria Immacolata per l’avviamento dei giovinetti poveri allo stato ecclesiastico.

Insieme ai membri della comunità della Pia Opera, egli si dedicò e lavorò instancabilmente per il sostegno materiale e spirituale della Pia Opera: cercò una stabile dimora per la comunità che stava aumentando, aprì altri collegi, sostenne le case con libri e materiali necessari per l’educazione degli alunni, fece di tutto per la formazione umana e spirituale degli alunni. Venne anche nominato Rettore del seminario arcivescovile di Genova il 18 luglio 1895 da Mons. Tommaso Reggio e restò in quell’incarico fino al luglio 1902, nel quale egli lavorò con la stessa sollecitudine che dimostrava verso la Pia Opera.

Fin dagli ultimi anni del 1880 c’era già il piano di erigere la Pia Casa in una congregazione religiosa, ma la svolta decisiva per la sua realizzazione avvenne nel 1902 quando Piccardo fu invitato ad aprire un collegio per i sacerdoti che studiavano a Roma. Quel collegio sarà poi chiamato Istituto Ecclesiastico “Maria Immacolata”, e fino ad oggi rende lo stesso servizio ai sacerdoti da vari parti del mondo che sono venuti all’Urbe per gli studi superiori. Quell’istituto è anche la sede della curia della Congregazione. L’8 dicembre 1903, il Cardinale Vicario Pietro Respighi firmava il decreto dell’erezione canonica diocesana della Congregazione dei Figli di Santa Maria Immacolata, e il 21 maggio 1904, il Papa San Pio X firmava, ex plenitudo potestatis, il Decretum Laudis, riconoscendo la congregazione ufficialmente e mettendola sotto la giurisdizione diretta della Sede Apostolica. Padre Antonio Piccardo fu eletto Superiore Generale della Congregazione dal 1903, carico che egli coprì fino alla sua morte avvenuta il 3 novembre 1925.

Come primo Superiore generale della congregazione, egli si consumò per la stabilità, crescita e sviluppo della novella congregazione. La sua prima premura fu inculcare una vera pietà e devozione nei confratelli. Egli non anche mancò a esortare i confratelli di ricordare sempre i doveri che avevano assunto da quando erano diventati membri della congregazione. Con lui si realizzò anche la pubblicazione dell’Opera Omnia (cioè, di tutti gli scritti) del Priore Giuseppe Frassinetti e l’apertura della causa di beatificazione di questi, nel cui svolgimento Piccardo coprì il ruolo di primo Postulatore Generale.

Siamo una congregazione clericale di Diritto Pontificio da 1904

Calendario FSMI

19 Febbraio, 2020
20 Febbraio, 2020
22 Febbraio, 2020
24 Febbraio, 2020
26 Febbraio, 2020
4 Marzo, 2020
5 Marzo, 2020
9 Marzo, 2020
10 Marzo, 2020
11 Marzo, 2020
12 Marzo, 2020
13 Marzo, 2020
© 2019 Congregazione dei Figli di Santa Maria Immacolata